martedì 15 dicembre 2015

PABLO AYO E "MISTERO": UNA BELLA AVVENTURA

Questa lettera aperta la scrivo solo per chiarire alcuni punti, sollevati dalle diverse persone che mi hanno scritto. Come avrete notato, da quest'anno non farò più parte del cast del programma Mistero di Italia1, a cui ho partecipato senza soste dal 2009. Sono stati anni di lavoro ma anche divertenti, i ragazzi della "Quadrio" mi hanno sempre fatto sentire a casa, come uno di famiglia. A partire dal compianto Claudio Cavalli, ideatore e produttore del programma sempre geniale e fuori dagli schemi, ai suoi figli Arcadio e Carola, a Marisa e Francesca, fino ai ragazzi del "bunker" di sceneggiatura, ripresa e montaggio come il mitico Max, Elena, Alberto, Giacomo "Jack", Ilaria, Martina, Valeria e via dicendo. Il vero "think tank" originale del programma era composto tra gli altri dall'amica Cristina Meda - vera colonna portante del programma - e da Ade Capone, sceneggiatore visionario e lungimirante passato con successo dai comics alla tv. Aver visto di recente la ristampa di un suo albo di Erinni in edicola mi ha lasciato commosso: i suoi personaggi tanto amati gli sono sopravvissuti. Lui e Claudio se ne sono andati assieme, a due mesi di distanza, verso quegli infiniti mondi alieni che tanto avevano cercato di immaginare.
Voglio sottolineare che non è intervenuto nessun dissapore con la produzione, anzi fino all'ultimo Arcadio ha cercato di convincermi a rimanere. Lo ringrazio di cuore, così come ringrazio tutti alla Quadrio. Vorrei poter aver modo di ringraziare anche Claudio Cavalli per l'occasione di crescita professionale e per le cose che mi ha insegnato. 
Tuttavia ormai ho capito che devo spaziare a 360 gradi e occuparmi di alcune cose che avevo lasciato in sospeso da troppo tempo. Continuerò di sicuro a interessarmi di UFO e dei grandi misteri della storia, argomenti che però preferisco trattare sui libri piuttosto che in tv, dove in genere i tempi sono più stretti e non c'è sempre modo di esprimersi al meglio. Ma mi occuperò anche di altro, specie di Arte e di Grafica, che sono i miei interessi più radicati e antichi, trascurati da troppo tempo. Quindi cortesemente non mandatemi più foto e video di UFO, non avrei il tempo di analizzarli, ma spediteli senza problemi alla redazione di Mistero, a cui auguro ogni bene e un successo sempre maggiore.
Se siete comunque interessati a quello che farò in futuro, seguitemi su PabloAyo.com. Il futuro è là che ci attende, col suo carico di sorprese.

All the Best,

Pablo

sabato 21 novembre 2015

ROMA 12 dic 2015 ::: ALLA RICERCA DEI VERI UFO FILES ::: CONFERENZA

Roma, 12 DICEMBRE 2015

ore 15.00-20.00
Hotel Rouge et Noir
ALLA RICERCA DEI VERI UFO FILES
Relatori: Pablo Ayo, Sabrina Pieragostini, Maurizio Baiata
info e prenotazioni: baiatamaurizio@gmail.com


venerdì 13 novembre 2015

::: CONTATTI DA ALTRI MONDI ::: 22 NOV 2015 ::: CONFERENZA GALZIGNANO TERME (PD)


DOMENICA 22 NOVEMBRE  -  Dalle 14:30 alle 19:00
HOTEL RADISSON BLU - GALZIGNANO TERME (PD)



Nonostante la spasmodica ricerca di altre forme di vita nell’Universo, ufficializzata da governi e istituzioni scientifiche, buona parte dell’opinione pubblica mondiale è ormai consapevole che non siamo soli, né lo siamo mai stati. La cortina di silenzio e di negazione da parte dei principali mezzi di informazione, che sinora è riuscita ad arginare l’emergere di questa verità, sta letteralmente crollando sotto la spinta di eventi clamorosi, testimonianze autorevoli, indagini controverse e scoperte scientifiche rivoluzionarie. Le implicazioni sociali, tecnologiche e persino economiche sono di portata incommensurabile: ci troviamo a un crocevia fondamentale della storia umana, e la nostra definitiva emancipazione dipende esclusivamente da noi.

PROGRAMMA
14:30 Apertura e registrazione
15:00 Introduzione

15:10 PABLO AYO

Gionalista, scrittore, ricercatore, docente di informatica
INCHIESTA UFO - QUELLO CHE I GOVERNI NON DICONO
Sono migliaia, ogni anno e in ogni angolo del mondo. Gli avvistamenti degli Oggetti Volanti Non Identificati OVNI in italiano, in inglese UFO – quasi non si contano più. Tra i testimoni oculari, più spesso di quanto non si creda, compaiono piloti civili, Top Gun militari, astronauti, personalità del mondo della politica e della scienza. Soggetti qualificati, competenti, esperti e poco impressionabili che tuttavia rimangono senza parole di fronte a quei velivoli sconosciuti dotati di movimento intelligente. Misteriosi ed incredibili, gli UFO surclassano anche i più moderni caccia da combattimento con la loro tecnologia apparentemente inavvicinabile. Sono prototipi di ultima generazione costruiti in un laboratorio super segreto? Oppure, come molti sostengono, provengono davvero da altri mondi o da altre dimensioni?

16:00 ANTONELLO LUPINO
Scrittore, giornalista e direttore del Centro Ufologico Internazionale nonché responsabile della Sezione Italiana del Comitato Internazionale di Esopolitica, già militare di carriera esperto di tematiche militari strategiche ed antiterrorismo a livello internazionale.
ALIENI: LA TRACCIA NEL TEMPO

Analisi delle tracce del contatto lasciate da civiltà aliene tecnologicamente avanzate nelle culture-faro dell'odierna umanità, quali sumeri, egizi, ecc., sino ad arrivare ai nostri giorni in cui questo contatto sembrava essersi interrotto, ma invece é proseguito in modi e forme sconosciute ai più, ad esclusivo appannaggio di una classe elitaria.

16:50 Pausa

17:15 TOM BOSCO
Giornalista, ricercatore, direttore delle riviste NEXUS New Times e PuntoZero
UN'UMANITA' SEPARATA: PROGRAMMI SPAZIALI SEGRETI
E COLONIZZAZIONE DELLO SPAZIO

Contrariamente a quanto ci viene fatto pensare, la colonizzazione umana dello spazio è assai più estesa ed avanzata di quanto si immagini. Le tecnologie spaziali delle missioni Apollo erano più sofisticate di quanto divulgato, al punto che recentemente la NASA ha dichiarato pubblicamente di non essere in grado di riprodurle. Da allora tali tecnologie hanno fatto passi da gigante, consentendo la realizzazione di strutture basate sulla Luna, su Marte e nello spazio circostante al nostro pianeta, seguendo un’agenda dai contorni oscuri e che coinvolge un numero relativamente ristretto di individui. Una umanità separata per la quale l’esopolitica è una realtà da parecchio tempo...

18:10 MAURIZIO BAIATA
Giornalista investigativo, scrittore, documentarista, ufologo
RIVOLUZIONE COSMICA
Fenomeni UFO e Incontri Ravvicinati, ovvero la consapevolezza di non essere figli di una progenie barbara e decerebrata, ma di una stirpe umana connessa con altre intelligenze nell'Universo. Tale processo si attua attraverso l'esperienza diretta e la conoscenza. Se capiamo che gli UFO e i cosiddetti Visitatori sono espressione di libere energie interagenti nel nostro piano di esistenza, capiamo anche che tali energie sfuggono al controllo di qualunque potere di terrestre. E dobbiamo usarle per la nostra Libertà.    

19:00 CONCLUSIONE

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Mob.: 347 0654586 - 049 9115516
E-mail: eventi@nexusedizioni.it
» Scarica la Locandina
_____________________________________________________________________________________
Quota di partecipazione € 20,00
Prenota il tuo evento compilando il modulo in fondo alla pagina oppure scarica direttamente il mudulo di registrazione da completare ed inviare via fax allo 049 9119035 o via e-mail eventi@nexusedizioni.it

venerdì 9 ottobre 2015

::: 18 OTTOBRE 2015 - CONFERENZA A UDINE ::: Con Pablo Ayo, Sabrina Pieragostini, Mauro Biglino, Maurizio Baiata, Enrico Baccarini :::

SABATO 17 OTTOBRE - UDINE
ORE 18:00

Presso la "Libreria "Perlanima" di Via Pordenone, 58, 33100 Udine (UD) PABLO AYO e SABRINA PIERAGOSTINI faranno una presentazione del loro ultimo libro, "INCHIESTA UFO". Durante l'incontro con gli autori è prevista anche la vendita e la firma dei libri stessi.
INGRESSO GRATUITO



DOMENICA 18 OTTOBRE - UDINE
 ore 9.00
presso l'HOTEL BEST WESTERN "Là di Moret"
si terrà la conferenza "INCROCI",  con Pablo Ayo, Sabrina Pieragostini, Mauro Biglino, Maurizio Baiata, Enrico Baccarini.





martedì 22 settembre 2015

LIBRI | Pablo Ayo, Sabrina Pieragostini | INCHIESTA UFO



Pablo Ayo Sabrina Pieragostini
INCHIESTA UFO 
Quello che i Governi non dicono

 Mursia




Sono migliaia, ogni anno e in ogni angolo del mondo. Gli avvistamenti degli Oggetti Volanti Non Identificati - OVNI in italiano, in inglese UFO - quasi non si contano più. Tra i testimoni oculari, più spesso di quanto non si creda, compaiono piloti civili, Top Gun militari, astronauti, personalità del mondo della politica e della scienza. Soggetti qualificati, competenti, esperti e poco impressionabili che tuttavia rimangono senza parole di fronte a quei velivoli sconosciuti dotati di movimento intelligente. Misteriosi ed incredibili, gli UFO surclassano anche i più moderni caccia da combattimento con la loro tecnologia apparentemente inavvicinabile. Sono prototipi di ultima generazione costruiti in un laboratorio super segreto? Oppure, come molti sostengono, provengono davvero da altri mondi o da altre dimensioni? Di sicuro, non si tratta di un semplice fenomeno atmosferico o di una mera illusione: non si spiegherebbe, altrimenti, l’interesse costante delle Autorità, provato da tonnellate di documentazioni ufficiali ed ufficiose.
Indagini che molti Paesi stanno divulgando: sono sempre più numerosi i fascicoli Top Secret che ora vengono declassificati dai Governi. Lo ha fatto anche l’Italia, che dal 1978 ha incaricato il Reparto Generale Sicurezza dell’Aeronautica Militare di vigilare sugli Oggetti Volanti Non Identificati, un potenziale pericolo nei nostri cieli. E proprio per una questione di sicurezza nazionale, quasi ovunque Ministeri della Difesa, Forze Armate e Servizi Segreti sono stati coinvolti nello studio degli UFO. A quale risultato sono giunti? Ne hanno informato l’opinione pubblica? In caso contrario, cosa ci nascondono ancora e perché? Gli Autori tentano di dare una risposta a tali interrogativi, accompagnando il lettore in un viaggio affascinante e complesso dove nulla è come sembra, presentando documenti, rapporti, testimonianze, interviste, indiscrezioni, suggestioni ed ipotesi. Si prende in esame il fenomeno UFO da ogni punto di vista, anche quello dell’astronomia e dell’astrofisica, le cui sorprendenti scoperte rendono altamente plausibile l’esistenza di civiltà spaziali tecnologicamente avanzate. Ma anche quello della Chiesa Cattolica, che con alcuni dei suoi più autorevoli esponenti da tempo sembra vagliare le incognite teologiche che si aprirebbero in caso di un contatto con gli Extraterrestri. Forse gli stessi che in epoche remote ci hanno già fatto visita, favorendo la nostra evoluzione ed indirizzando il corso della nostra Storia, come sostengono le teorie sconvolgenti di linguisti e studiosi delle religioni: è questo il “segreto dei segreti” che i Governi non vogliono rivelare?

mercoledì 16 settembre 2015

Conferenza 26 settembre 2015 ::: FIGLI DELLE STELLE ::: Milano

Sabato 26 settembre presso il salone Radetzky di palazzo Cusani a Milano, si terrà il 3° Meeting internazionale di esobiologia "Figli delle Stelle". Ingresso a prenotazione obbligatoria, per info e prenotazioni vedere al sito http://www.extremamente.it

lunedì 16 febbraio 2015

ROMA 28 FEBBRAIO 2015 - Seminario con Pablo Ayo, Maurizio Baiata e Daniele Gullà


Al nostro Seminario del 28 Febbraio 2015, io e Maurizio Baiata avremo il piacere di ospitare il nostro amico Daniele Gullà, volto noto del programma Mistero ed esperto nei rilevamenti delle energie invisibili. Non mancate a questo appuntamento unico, in cui Maurizio Baiata rivelerà il collegamento tra Esperienze di Pre Morte e Contatti, Io parlerò di Alieni reincarnati, Entità Spirituali e dimensioni parallele, mentre Daniele eseguirà dei test dal vivo con le sue apparecchiature! 
Per info e prenotazioni: pabloayo@strangedays.it o baiatamaurizio@gmail.com

 ENTRANDO NEL CREPUSCOLO (TWILIGHT)
Extraterrestri, alieni, entità non umane: per Johnatan Keel, ricercatore e scrittore americano, ci accompagnerebbero da millenni, con altri nomi. Dèi e demoni del nostro passato. Come i vampiri, o gli incubi e succubi di memoria classica, girerebbero di notte, nutrendosi della nostra energia psichica per rimanere immortali. Secondo altri, invece, fratelli di luce pronti ad aiutare l'umanità da ogni male, persino da sè stessa. Freddi o calorosi, amichevoli o spaventosi, da sempre ci osservano da quel mondo di penobra, un eterno crepuscolo (twilight) in cui sembrano confinati. Sono forse fantasmi di esseri vissuti ai tempi di Atlantide? Oppure sono visitatori in carne ed ossa? E se fossero proiezioni olografiche? Perchè molti vedono gli alieni durante le esperienze di pre morte o nel corso dei viaggi fuori dal corpo? Come mai in molti ritengono di poter comunicare telepaticamente con gli ET, quasi fossero spiriti di trapassati richiamabili con una seduta spiritica? Possibile che esista un piano della realtà o dimensione che non giaccia sulle nostre frequenze, in cui realtà e sogno, spirito e materia si confondano? Questa dimensione del crepuscolo, in cui i "Visitatori" vivono e viaggiano, è la stessa dimensione "astrale" ipotizzata dagli esoteristi dell'800? Si tratta solo di un sofismo intellettuale, o tale "continuum" ha una validità scientifica, tale da ospitare delle forme di vita a noi sconosciute? E sopratutto: è possibile per noi entrare in quella che lo scrittore russo Serjei Luk'janenko chiamava "zona del crepuscolo" e Neil Gaiman definiva "backstage"? Si potrebbero davvero scovare gli alieni in cantina o in un vecchio armadio, seguendo porte invisibili come faceva Alice nella sua strada verso il Paese delle Meraviglie? Graham Hancock nel libro "Sciamani" racconta le sue esperienze con le sostanze psicotrope, tramite le quali ha potuto vedere entità non umane. Solo allucinazioni, o una nuova frontiera dell'evoluzione umana? La nostra mente è veramente in grado di valicare i limiti di spazio e tempo, giungendo in quel nessundove nel quale tutto è collegato? Per i nativi americani, gli dèi amavano confonderci, prendendo le sembianze di animali selvaggi, di esseri di luce o di uomini simili a noi. Nella tradizione indiana, potevano anche decidere di entrare in un corpo umano e convivere pacificamente con un mortale: li chiamavano walk-in... Anche loro provenivano dalla Terra del Crepuscolo? Ed è giusto chiamarli alieni? A queste e ad altre domande, tenterò di rispondere il 28 Febbraio. O perlomeno, a ragionare assieme a voi sulle varie possibilità. E voi, volete davvero entrare nel Crepuscolo?
- Pablo Ayo